Crea sito
Esercito Italiano: esserci nel momento del bisogno

Pubblicato sulla rivista Combat Arms Magazine numero 2 del 2017 La camionetta risaliva la montagna inerpicandosi sulla ripida strada. La carreggiata era così stretta da permettere a malapena il passaggio dell’automezzo. All’ennesimo tornante l’autista si lasciò sfuggire un’imprecazione in dialetto mentre scalava di marcia. Nel retro della camionetta c’erano una decina di soldati che negli ultimi venti minuti erano stati sballottati a destra e a sinistra come banderuole al vento. Il sergente controllò l’orologio da polso che gli aveva regalato sua moglie l’ultimo compleanno. Due ore prima erano partiti dalla caserma ma ormai mancava poco alla destinazione. Gli uomini avevano parlato delle solite cose, famiglia, calcio, donne. Ora che la meta si avvicinava sempre più era calato un silenzio carico di tensione. I soldati non stavano andando in guerra ma in un posto che aveva subito una devastazione simile.

Continue Reading →

Una giornata con i Lagunari

Pubblicato sulla rivista Combat Arms Magazine numero 1 del 2017 Per una persona appassionata di questioni militari assistere da vicino ad un’esercitazione è un enorme privilegio. Quando poi, l’attività riguarda una specialità come lo sbarco anfibio la soddisfazione raddoppia. In questo articolo voglio condividere con i lettori la mia giornata passata con i Lagunari, unico reparto con capacità anfibie in organico all’Esercito Italiano (già trattati nel numero 5 della rivista di quest’anno). In un’insolitamente calda giornata di inizio ottobre varco i cancelli della caserma “Edmondo Matter” di Mestre.

Continue Reading →

I Lagunari

Pubblicato sulla rivista Combat Arms Magazine numero 5 del 2016 Il sole iniziò la sua pigra ascesa verso il cielo. I primi raggi si riflettevano sulla superficie increspata del mare. L’aria era fresca e profumata di salsedine. Alcuni natanti avanzarono sull’acqua interrompendo la quiete della mattina. Dietro di loro lasciavano delle scie bianche e spumose. Erano quattro AAV7, mezzi corazzati anfibi che trasportavano un totale di 80 uomini in completo assetto da combattimento. La spiaggia era ormai distante appena un centinaio di metri. La forza da sbarco era pronta. Gli AAV7 cavalcarono le ultime onde fino a quando i cingoli toccarono la sabbia morbida ma compatta. I piloti fermarono i loro mezzi sul bagnasciuga. I portelloni furono aperti permettendo agli uomini di sciamare sulla spiaggia. Gli stivali calpestarono l’acqua mista a sabbia. Ad attenderli c’era un gruppo di compagni che avevano raggiunto per primi l’obbiettivo mettendolo in sicurezza e permettendo uno sbarco tranquillo. Uno ad uno tutti i soldati si posizionarono, pronti alla fase successiva della missione. Il comandante si consultò con un paio di sottoposti prima di dare l’ordine di proseguire. Gli uomini appartenenti al Reggimento Lagunari “Serenissima” si misero in marcia. La spiaggia era stata presa, la missione proseguiva nell’entroterra dove ad aspettarli c’erano insidie e pericoli. Ma loro non si sarebbero tirati indietro fedeli al motto del Reggimento “come lo scoglio infrango, come l’onda travolgo.”

Continue Reading →

Artiglieria Terrestre

Pubblicato sulla rivista Combat Arms Magazine numero 2 del 2016. Il tenente ripose il binocolo in una tasca del gilet tattico. Quello che aveva visto non lo rassicurava per niente. L’obbiettivo da assaltare era un piccolo villaggio abbandonato durante la guerra. Il nemico lo aveva occupato creando una piccola base. Il perimetro era costellato da diverse postazioni rinforzate e dotate di mitragliatrici pesanti che coprivano l’area a 360°. Avrebbero fatto una strage tra i suoi uomini. Era necessario ammorbidire le difese prima dell’attacco. Per fortuna a circa venti chilometri di distanza era presente una batteria di obici semoventi PzH 2000. Quella era la potenza di fuoco che gli serviva.

Continue Reading →

AVES

Pubblicato sulla rivista Combat Arms Magazine numero 1 del 2015. Il cielo coperto da nuvole grigie minacciava una nuova scarica di pioggia. Il tempo nelle ultime ventiquattr’ore non era stato clemente, tuttavia le operazioni dovevano andare avanti. La coppia di AW 129 procedeva in formazione a caccia di obbiettivi. Il Comando aveva segnalato la presenza di carri armati nemici in zona. Aquila 1 e Aquila 2 si erano alzati in volo per intercettarli. Un corposo banco di nubi venne illuminato da un lampo.  I radar dei due Mangusta individuarono un mezzo nemico lungo la rotta. Aquila 1 decise di ingaggiare il bersaglio e si staccò dalla formazione. Il pilota scese di quota e inquadrò il mezzo, un vecchio T-62 di produzione sovietica. Il cannoniere armò un missile controcarro Tow. “Fuoco” esclamò. Il missile si staccò dal pilone esterno e si diresse verso il bersaglio. Il carro armato esplose in una palla di fuoco. “Aquila 1. Bersaglio distrutto, continuiamo la caccia.” “Roger”. Il Mangusta tornò in formazione. La missione non era ancora finita.  

Continue Reading →

Cavalleria di Linea

Pubblicato sulla rivista Combat Arms Magazine numero 5 del 2014. La notte è ormai quasi completamente calata ricoprendo tutto con un manto scuro. Gli uomini e i cavalli del 14° Reggimento Cavalleggeri “Alessandria” sono stanchi ma continuano ad avanzare nonostante la scarsa visibilità. La giornata è stata dura e non sono mancati i combattimenti contro i partigiani di Tito. Il rumore degli zoccoli dei cavalli diffonde una ritmica melodia accompagnata da sfiancati nitriti e dal tintinnio delle armi. Pochi cavalleggeri hanno voglia di parlare. Un ripiegamento notturno non piace a nessuno, soprattutto perché sanno che nascosti nell’oscurità si trovano centinaia di partigiani jugoslavi pronti a fargli la pelle. Dopo appena un chilometro e mezzo di marcia si scatena l’inferno. I partigiani aprono il fuoco con tutto quello che hanno, fucili, bombe a mano e mitragliatrici pesanti. I cavalleggeri non hanno che un’alternativa, caricare per salvarsi la pelle. In pochi attimi 760 cavalli iniziano a muovere verso le posizioni nemiche. Lo stendardo del Reggimento garrisce al vento in prima linea. Il frastuono è assordante ma la marea di cavalli e cavalleggeri in grigioverde attraversa la pioggia di piombo che si riversa su di loro. 17 ottobre 1942. La carica di Poloj –Perjasica, fatto d’arme poco conosciuto ma dove valore e coraggio non sono certo mancati.

Continue Reading →